Pelle rettile

Discussioni su identificazione, ambienti e comportamenti, informazioni e curiosità relative a serpenti e tartarughe, rospi e rane del nostro territorio

Moderatore: Luca Lapini

Regole del forum
Per ragioni di tutela della fauna, evitiamo di indicare con precisione la stazione in cui si trova una specie rara o minacciata
Rispondi
Avatar utente
Smara6807
Messaggi: 1
Iscritto il: 30 ago 2020
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Pelle rettile

Messaggio da Smara6807 » 31 ago 2020

buongiorno e grazie per avermi accettato nel forum!

Nel mio giardino, zona Roma, ho trovato questo pezzetto di pelle di rettile (circa 3x1 cm).
Sapete dirmi di quale?

grazie
Allegati
pelle muta.jpeg
pelle muta.jpeg (60.96 KiB) Visto 1706 volte

Avatar utente
Accipiter gentilis
Site Admin
Messaggi: 365
Iscritto il: 3 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI
Località: WP

Re: Pelle rettile

Messaggio da Accipiter gentilis » 7 set 2020

Buongiorno Stefano e benvenuto!
Vediamo di girare la sua richiesta a qualcuno più esperto di me
A presto
__________
Massimo Grion

Avatar utente
Accipiter gentilis
Site Admin
Messaggi: 365
Iscritto il: 3 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI
Località: WP

Re: Pelle rettile

Messaggio da Accipiter gentilis » 7 set 2020

Tiziano Fiorenza, nostro socio ed esperto, afferma si tratti di "Parziale esuvia di lacertide del genere Podarcis, verosimilmente della specie siculus, ovvero Lucertola campestre".
__________
Massimo Grion

Avatar utente
Luca Lapini
Moderatore
Messaggi: 410
Iscritto il: 20 giu 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Re: Pelle rettile

Messaggio da Luca Lapini » 8 set 2020

Potrebbe essere una exuvie di Podarcis siculus, ma la determinazione è quanto mai incerta, basata soltanto sul fatto che le tracce di pigmentazione nera sembrano mostrare i bordi di due strie dorsolaterali, sovente ben evidenti in questa lucertola.

Merita peraltro ricordare che livree simili sono proprie anche di alcuni giovani e femmine di ramarro occidentale Lacerta bilineata, unico ramarro presente in Italia centrale.

Difficile darti certezze senza esaminare la pelle di muta.

Mettiamola così: nella pratica di campagna di un erpetologo un campione del genere potrebbe essere determinato come cfr. (confronta) Podarcis siculus.

Probabilmente con materiale di confronto correttamente determinato ci si potrebbe avvicinare di più alla realtà.

Cordialità, Luca Lapini.

Rispondi