Possibile ragno pavone in casa?

Discussioni su identificazione, ambienti e comportamenti, informazioni e curiosità relative al vasto mondo di insetti e ragni del nostro territorio

Moderatori: Francesca Tami, Pietro

Rispondi
Avatar utente
velocib
Messaggi: 1
Iscritto il: 11 mag 2019
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Possibile ragno pavone in casa?

Messaggio da velocib » 11 mag 2019

Buonasera a tutti e grazie per l'abilitazione sul forum!

Ho scritto nel gruppo Facebook ma forse qui potrei trovare l'esperto in grado di aiutarmi!

Sono uno studente fuori sede residente a Trieste e, per il secondo anno consecutivo (stesso periodo), mi sono imbattuto dentro casa in una strana specie di ragno saltatore con un paio di zampe più vistoso delle altre. Ho fatto qualche ricerca sulla possibile specie di appartenenza e mi sono imbattuto nel genere Maratus (alla quale appartengono i famosi ragni pavone) per via del comportamento e dell'aspetto.

Chiedo a voi perchè ho molti dubbi sulla mia ipotesi (sembra che i Maratus stiano in Australia) e vorrei capire se è comune vedere questi ragni in giro per queste zone e, possibilmente, ricevere qualche indicazione sul tipo di specie! Se necessario posso forse anche riuscire a fare anche qualche tipo di verifica addizionale in quanto sembra bazzicare da queste parti!

Grazie mille a tutti in anticipo!
Allegati
_MG_0850.JPG
_MG_0862.JPG
_MG_0867.JPG

Avatar utente
Pietro
Moderatore
Messaggi: 18
Iscritto il: 13 lug 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Re: Possibile ragno pavone in casa?

Messaggio da Pietro » 24 mag 2019

Egr. studente,
il ragno osservato e fotografato (un maschio) appartiene alla famiglia Salticidae, ma non al genere Maratus (australiano).
Di sicuro appartiene invece al genere Saitis, che in Europa include poco meno di una decina di specie.
Che sia un maschio lo si deduce dal fatto che l'addome è piuttosto affusolato (le femmine lo hanno molto più "ciccione"). Inoltre in questa genere, così come in pochi altri, solo il maschio possiede il terzo paio di zampe corredato da vistose setole: le zampe vengono agitate, a mo' di tergicristallo (ma una contro l'altra), durante il corteggiamento.
In italia sono note due specie del genere Saitis, e quella in foto si avviciona molto alla specie Saitis barbipes (es. per le estremità delle terzo paio di zampe munite di setole bianche; poiché nella parte anteriore del prosoma, dietro gli occhi, si intavvede una fascia "arancione").
S. barbipes è una comune specie diffusa in area mediterranea, che molto spesso si osserva in zone antropizzate, es. sui muri esterni delle case, entro le case stesse.

saluti

Pietro

Rispondi