Caretta caretta

Discussioni su identificazione, ambienti e comportamenti, informazioni e curiosità relative a serpenti e tartarughe, rospi e rane del nostro territorio

Moderatore: Luca Lapini

Regole del forum
Per ragioni di tutela della fauna, evitiamo di indicare con precisione la stazione in cui si trova una specie rara o minacciata
Rispondi
Avatar utente
Accipiter gentilis
Site Admin
Messaggi: 338
Iscritto il: 3 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI
Località: WP

Caretta caretta

Messaggio da Accipiter gentilis » 3 giu 2012

Oggi sul bagnasciuga nei pressi della ciclabile della Val Cavanata ho rinvenuto un esemplare morto di Tartaruga comune, spiaggiato da non molto tempo ritengo; non erano visibili evidenti tagli o lacerazioni ... Domanda: la presenza di numerosi denti di cane, anche notevoli, perlopiù sul carapace può essere usato come indizio per la valutazione della loro età o è legata ad altri fattori esterni?

Grazie,
Massimo
Allegati
CarCar02.jpg
CarCar02.jpg (166.62 KiB) Visto 25998 volte

Avatar utente
Tiziano
Socio A.ST.O.R.E. - Moderatore
Messaggi: 191
Iscritto il: 31 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI

Re: Caretta caretta

Messaggio da Tiziano » 4 giu 2012

asffhioddddddsaagvlbkpètihrtiutfopgmcvlòj
s<ehiweuothoseruighosfidgh
slgjihqeru9ptyh
<sdbgviuwerghweru89
Ultima modifica di Tiziano il 26 mag 2017, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
Accipiter gentilis
Site Admin
Messaggi: 338
Iscritto il: 3 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI
Località: WP

Re: Caretta caretta

Messaggio da Accipiter gentilis » 4 giu 2012

Ottimo! Grazie per le info...
Un'altra domanda: nell'eventualità di ulteriori ritrovamenti di questa specie, ci sono e quali sono le misurazioni da fare per corredare di dati la segnalazione? Immagino che il peso sia una misura poco praticabile sul campo nel caso di un ritrovamento imprevisto, ma le altre dimensioni potrebbero essere utili e più agevoli da ricavare (io di solito ho un metro flessibile in macchina se non nello zaino)
A presto,
Massimo

Avatar utente
Tiziano
Socio A.ST.O.R.E. - Moderatore
Messaggi: 191
Iscritto il: 31 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI

Re: Caretta caretta

Messaggio da Tiziano » 5 giu 2012

Tra le misure utili vi è certamente le dimensioni del carapace da prendersi sia nella lunghezza che nella larghezza e allo stesso modo del piastrone. SE possibile identificarne il sesso ed effettuare delle foto con parametro sia dorsalemnte che ventralmente. Controllare bene he non vi siano targhette o contrassegni. Ottimo sarebbe anche prendere un po' di tesuti e cosnervarlo in alcol bianco al 95% per eventuali necessità future.
Sono passato ieri ma non l'ho trovata! Peccato!
Tiziano (envy)

Avatar utente
Tiziano
Socio A.ST.O.R.E. - Moderatore
Messaggi: 191
Iscritto il: 31 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI

Re: Caretta caretta

Messaggio da Tiziano » 28 lug 2012

E anch'io (ma il merito è di Franco Iacono) ho trovato una Caretta caretta in Valle Vecchia di Caorle (VE). Ho fornito le info utili agli erpetologi Veneti che hanno predisposto una specifica scheda per simili rinvenimenti. Mi è stato detto che per gli spiaggiamenti friulani è attiva la Riserva di Miramare, ma non ho contatti. ;-)
Allegati
Caretta caretta, valle vecchia, luglio 2012.jpg
Caretta caretta, valle vecchia, luglio 2012.jpg (166.52 KiB) Visto 25940 volte

Avatar utente
Luca Lapini
Moderatore
Messaggi: 195
Iscritto il: 20 giu 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Re: Caretta caretta

Messaggio da Luca Lapini » 3 set 2013

Segnalo a tutta la lista che da diversi anni a questa parte Caretta caretta NON e' l'unica specie di tartaruga marina che si puo' osservare nelle nostre acque costiere. A parte la grande dermochelide (Dermochelys coriacea, inconfondibile sia per la taglia, sia per il carapace) recentemente catturata vicino a Jesolo, inizia a farsi abbastanza frequente la tartaruga Chelonia mydas, molto simile a Caretta caretta. Per il riconoscimento delle due specie non basta una foto come quella che tu hai postato, ma ci vuole una immagine scattata di lato, che metta in bella evidenza gli scudi costali. Caretta caretta ne ha 5, Chelonia mydas solo 4. Un esemplare di quest'ultima specie e' stato da poco raccolto nelle acque della Cona, ma diversi soggetti sono stati recentemente raccolti nelle acque costiere venete. Occhio agli scudi costali, dunque. Luca Lapini.

Avatar utente
Accipiter gentilis
Site Admin
Messaggi: 338
Iscritto il: 3 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI
Località: WP

Re: Caretta caretta

Messaggio da Accipiter gentilis » 4 set 2013

Ottimo, grazie... una utile informazione per un inesperto come me.
__________
Massimo Grion

Avatar utente
Stefano Sava
Socio A.ST.O.R.E. - Moderatore
Messaggi: 156
Iscritto il: 13 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI

Re: Caretta caretta

Messaggio da Stefano Sava » 21 apr 2014

Riporto una foto di una tartaruga marina di grosse dimensioni che ho trovato morta a riva stamattina (ma dev'essere morta da un po'...) in zona Sistiana (TS). Era stata sommariamente coperta con delle pietre, immagino dai frequentatori della spiaggia.

Presumo sia una Caretta caretta, spero non stia ripartendo la moria che ha segnato questo autunno per la specie...
caretta_600x800.shkl.jpg
caretta_600x800.shkl.jpg (250.43 KiB) Visto 24979 volte


Stefano Sava
Trieste

Avatar utente
Tiziano
Socio A.ST.O.R.E. - Moderatore
Messaggi: 191
Iscritto il: 31 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI

Re: Caretta caretta

Messaggio da Tiziano » 21 apr 2014

Ottimo dato Stefano! Colgo l'occasione per ricordare a tutti che si stanno cominciando ad inserire anche i dati erpetologici sulla piattaforma ornithò. Segnalazioni come questa corredate da foto sono utilissime al fine di aggiornare l'atlante nazionale e per incrementare le conoscenze su questi vertebrati.

Per inserire i dati bisogna essere abilitati ed una volta che lo siete compariranno una rana per segnalare anfibi e una lucertola per i rettili, in più un galliforme, che credo sia una coturnice o simile, per gli uccelli.

Per coloro che non sono iscritti ad ornithò oppure che non sono abilitati nel frattempo posso inserire io le osservazioni come dati di seconda mano. Ripeto importanti le foto degli animali con la località precisa.

Tiziano

Avatar utente
Luca Lapini
Moderatore
Messaggi: 195
Iscritto il: 20 giu 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Re: Caretta caretta

Messaggio da Luca Lapini » 28 apr 2014

Ricordo alla lista che il conteggio delle piastre costali e' indispensabile per distinguere Caretta caretta da Chelonia mydas (e spesso non basta). Quest'ultima specie e' stata recentemente catturata nelle acque del delta dell'Isonzo. La foto che hai inviato non sono sufficienti per capire di che specie si tratta. Cordialita', Luca Lapini.

Avatar utente
Stefano Sava
Socio A.ST.O.R.E. - Moderatore
Messaggi: 156
Iscritto il: 13 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI

Re: Caretta caretta

Messaggio da Stefano Sava » 29 apr 2014

Mi ricordavo infatti Luca che avevi scritto qualcosa a proposito in un post precedente (il punto di domanda era per quello! ;-) )
Solamente potresti spiegare in tre parole ad un profano come me cosa si intende per "piastre costali" o semplicemente cosa guardare (o meglio cosa fotografare) la prossima volta?? (worried)
Grazie mille!



Stefano

Avatar utente
Luca Lapini
Moderatore
Messaggi: 195
Iscritto il: 20 giu 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Re: Caretta caretta

Messaggio da Luca Lapini » 30 apr 2014

Una foto laterale e' in genere sufficiente a contare gli scudi costali, ma nel caso che hai postato i fenomeni putrefattivi hanno danneggiato i fianchi del carapace e gli scudi non si possono contare.
Se mi spieghi come ti invio una immagine di Chelonia mydas di Punta Sdobba (ho fatto un jpg da un mio vecchio pdf del 2011).
Così potrai contare i suoi quattro scudi costali.
Cordialita', Luca Lapini.

Avatar utente
Accipiter gentilis
Site Admin
Messaggi: 338
Iscritto il: 3 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI
Località: WP

Re: Caretta caretta

Messaggio da Accipiter gentilis » 1 mag 2014

Luca, se ti sembra opportuno, puoi caricare anche qui un'immagine come allegato, creando un nuovo messaggio e usando il pulsante che trovi in basso a sx (Invia allegato) ... qui alcune indicazioni sui limiti di formato e peso accettati dal nostro forum:
http://www.astorefvg.org/forum/viewtopic.php?f=31&t=56
__________
Massimo Grion

Avatar utente
Luca Lapini
Moderatore
Messaggi: 195
Iscritto il: 20 giu 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Re: Caretta caretta

Messaggio da Luca Lapini » 1 mag 2014

Invio una immagine di Chelonia mydas di punta Sdobba (scattata da P. Zucca nel corso delle operazioni di soccorso prestate all'animale nelle strutture del Parco Marino di Miramare) tratta da un nostro report del 2011 alla Regione FVG.
E una grafica per il conteggio degli scudi costali (contrassegnati con C).
Ricordo alla lista che, pur rare, ci sono C. caretta con 4 paia di costali, quindi meriterebbe esaminare anche le placche cefaliche, con foggia e disposizione diversa nelle due specie.
Cordialita', Luca Lapini.
Chelonia mydas.jpg
Chelonia mydas.jpg (101.37 KiB) Visto 24883 volte
distinzione.jpg
distinzione.jpg (68.32 KiB) Visto 24883 volte

Avatar utente
Stefano Sava
Socio A.ST.O.R.E. - Moderatore
Messaggi: 156
Iscritto il: 13 mag 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: SI

Re: Caretta caretta

Messaggio da Stefano Sava » 1 mag 2014

Ho capito!!! (rofl) ...anche se quell'ultima nota sulle placche cefaliche mi preoccupa... :-(
Grazie mille Luca!! (beer)



Stefano

Avatar utente
Luca Lapini
Moderatore
Messaggi: 195
Iscritto il: 20 giu 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Re: Caretta caretta

Messaggio da Luca Lapini » 1 mag 2014

Preoccupa anche me, Stefano. Del resto, per questo ci sono i comitati di validazione dei dati da Citizen Science, molto attivi nelle liste tipo Ornitho ... Cordialita', Luca Lapini.

Rispondi